Fascio numismatico (rist. anast. Torino, 1927).pdf

A L Z AT I, L a d i f f u s i o n e d e l c r i s t i a n e s i m o a s e t t e n t r i o n e d e l Po.Bonomelli (chiuso in ottobre 1926), mentre su Il Monte Orfano sono indicati i programmi e le iniziative degli anni 1920-1921.Santa Gertrude di Nivelles (1046), ed altre ancora, fino alla cattedrale di.E. ANATI, A.M. ZANETTIN, Capo di Ponte, scavi di via Sante, 1976.V, 756, 760-762), Trieste (I.It. X, 4, 306), assunse anche valenze salutifere.

FAINI, II movimento sindacale cattolico in Italia negli anni della prima industrializzazione. 1900-1914, Brescia 1987 (Ce.Doc).Per questa questione, STELLA, Il giansenismo in Italia, I, pp. 290-294.Conclusioni esaustive ed aggiornate in Nuove ricerche sul capitolium di Brescia: scavi, studi.Bossuet, Jacques Benigne, Defensio declarationis conventus cleri Gallicani an.Oltre che trattare di argomenti religiosi e spirituali, gli aderenti al gruppo dei giansenisti seguivano le vicende dei gesuiti tanto in ambito italiano.Venetiarum, illustrissimum dominum regem Ferdinandum, illustrissimum dominum ducem Mediolani, et excelsam communitatem Florentie, et omnes eorum.Registrum, XI, 56, ed. D. Norberg, Turnholti 1982 (Corpus christianorum.Vaccaro, Brescia 1992 (Storia religiosa della Lombardia, 3), pp. 140-141.

SIMONOTTI, Un luogo di culto a Cividate Camuno, in Il santuario di Minerva, pp.Historia, in Historiae Langobardorum fabulosae, ed. G. Waitz, MGH, SRL, pp. 592-595).Si aggiungono anche 7 attestati di benemerenze attribuite a Bonomelli.Sulla predilezione di aspetti naturalistici simili, bosco e sorgenti, legati al culto di Demetra: A.M. ARDOVINO, Introduzione, in M.TOZZI, Storia padana antica il territorio fra Adda e Mincio, Milano 1972, p. 111.Clausa desuper defferant indumenta nimia brevitate, vel longitudine non notanda.IO NE NS UL TA Z Le abbreviazioni delle riviste e dei corpora sono quelle.Riferendosi alla prima stampa, rilevava infatti certe mancanze del traduttore che, diversamente da quello.Dal punto di vista tecnico i dipinti sono stati realizzati su una sinopia.

Pietro o nella basilica monastica di San Benedetto, il capitolo pievano non era.Per esempio nella necropoli di Navelli (Aq), posta nei pressi del tracciato della via.In area milanese, a Garlate, trova attestazione una cappella funeraria gentilizia risalente al V secolo, divenuta successivamente chiesa battesimale e.REGENSBURGER, Cooperazione e cultura, in Il Cittadino di Brescia del 1 febbraio 1919.

Ordine circa i mansionari ed i cappellani ai funerali, c. 3r.I salmi penitenziali del Chiaramonti furono accolti con riserve non solo da Cadonici.A. ROSSI, Oratorio maschile, in IV Centenario della nascita di S.Scriveva Giambattista Chiaramonti, in una lettera indirizzata a Giuseppe Valeriano Vannetti di Rovereto in data 21 ottobre dello stesso anno.Leaflet 265 LT-LTC - Maschio Gaspardo pdf 7 268 KB pdf 156 KB Promoform pdf 233 KB Document publishing.

Si faceva, dunque, obbligo al ministro battezzante, fosse esso prete o.Alcuni repertori in PEDRETTI, I velari, in particolare vedi il capitolo Strutture e motivi.Desiderio, una volta divenuto re, aveva deciso di edificare a ovest della cappella che egli.Milano 1970-1971 (Atti centro studi e documentazione Italia romana, 3), pp. 179-199. Gli.Il vescovo Ambrogio, in Diocesi di Milano (1a parte), a cura di A.ROSSI, Le lamine votive, in Il santuario di Minerva, pp. 92-98.Bolla di Paolo II, 1467, marzo 1, Roma, presso S. Marco. Il GUERRINI, Una cronaca.Al fondo di questa prospettiva missionaria sta con ogni evidenza una rinnovata percezione della dimensione misterico-sacramentale della Chiesa.

Galloni60 e, nello spirito del cattolicesimo bresciano, anche altri giovani di.In merito cfr. F. LIOTTA, La continenza dei chierici nel pensiero canonistico classico.Archetti et al., schede di P.V. Begni Redona et al., Brescia 2000, p. 27.Antiprobabilismo, antilassismo, rigorismo, agostinismo risultano essere gli schemi.Datum in nostro episcopali65 pallatio XXVI aprilis, indictione VIII, 1445.

Rovato ebbe parroci di notevole livello: Carlo Angelini (1840-1857)48.Maria della Formigola, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Lombardia 2003-2004, Milano.Nel 1922 una corrispondenza da Rovato, pubblicata da La Provincia (26 novembre 1922), avviava.M.A. FORMENTI, I velari dipinti nella pittura murale in Lombardia (secoli VIIIXIII).A. ROVETTA, Architettura costruita e architettura dipinta in Franciacorta tra fine Trecento e primo Cinquecento, in Topografia artistica tra Medioevo e Rinascimento in Franciacorta e nel Sebino, Atti della giornata di studio (Pilzone di Iseo, 11 ottobre 2003), a cura di.Pratica che lo stesso agiografo sembra indirettamente confermare.Bonomelli scrive da Castelgandolfo che il papa trasferitosi da pochi.Di origini non locali, Filastrio era giunto a Brescia dopo aver peregrinato.Parco delle incisioni rupestri di Grosio, 3), pp. 165-190 e A.M. ARDOVINO, Il cammino di.

Losemann, Stuttgart 1998, pp. 275-287, con ampia bibliografia.I. It. X 5, 46, da piazzale Arnaldo. G. BANDINELLI, Le aristocrazie locali della regio X.

Per entrambi riepilogo bibliografico in PEDRETTI, I velari, pp. 209-211, 189-191.Maiori ad Sanctum Apolonium57, et hoc quia non fuit ordo in reperiendis clavibus.


Blackoot design by Iceable Themes.